Tutto sul denim

Il denim è una saia di cotone resistente in cui la trama passa sotto due o più fili di ordito. Questa armatura produce la familiare nervatura diagonale che lo distingue dalla tela di lino. Il processo di tintura indaco, in cui il nucleo dei fili dell'ordito rimane bianco, crea le caratteristiche di dissolvenza del denim, che sono uniche rispetto a qualsiasi altro tessuto.

Chiamato come la città francese di Nîmes, il denim è stato tradizionalmente colorato di blu con tintura indaco per fare i blue jeans, anche se la parola "Jean" indicava precedentemente un tessuto diverso. La definizione blue jeans, tuttavia, deriva dalla parola francese per Genova, Italia, dove sono stati fatti i primi pantaloni in denim.

Il denim è stato usato negli Stati Uniti dalla metà del XIX secolo. Il denim divenne popolare nel 1873, quando Jacob Davis, un sarto del Nevada, realizzò il primo paio di pantaloni in denim "con rivetti rinforzati". La sua idea di fare dei jeans rinforzati fu ispirata da una cliente donna che richiedeva dei pantaloni forti e durevoli per il marito per tagliare i boschi.

Ben presto, la popolarità dei jeans ha cominciato a diffondersi, e Davis ha venduto 200 paia per i lavoratori che hanno bisogno di abiti resistenti. Così, ha scritto una proposta alla merce secca all'ingrosso Levi Strauss & Co. per fornire con pezzi di tessuto denim. Davis ha chiesto "di brevettare il design dei pantaloni jeans con rivetti rinforzati, con Davis indicato come inventore, in cambio di alcuni diritti di produzione.

Levi Strauss & Co. furono così colpiti dalle possibilità di profitto nella fabbricazione dell'indumento che assunsero Davis come responsabile della produzione di massa a San Francisco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian