Rosa scioccante

Tutto è cominciato con un diamante di 17,47 carati di Cartier. Il rosa shocking della famosa pietra dell'ereditiera Daisy Fellowes, Téte Bélier, ha ispirato la collezione di Elsa Schiaparelli nel 1937. Dopo la sfilata, la giornalista di moda Betty Wilson, scioccata dal nuovo colore, scrisse: "Schiaparelli è pazza, cattiva, incontrollabile, ma quel rosa sconcertante... può essere bellissimo".

Schiaparelli considerava la sua particolare tonalità di rosa "impossibile, audace, piacevole, piena di energia come tutta la luce, tutti gli uccelli e tutti i pesci del mondo messi insieme". La leggendaria Diana Vreeland amava "il rosa Schiaparelli, quello degli Incas", e presto divenne il colore distintivo della stilista e adornò anche il suo profumo Scioccanteper il quale Leonor Fini ha disegnato una bottiglia ispirata alle curve generose di Mae West.

Il leggendario diamante è perso da tempo, ma il colore è ancora vivo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian