Africa

Appuntare vagamente l'ispirazione di una collezione come "Africa" con parole come "tribale", "primitivo", "selvaggio" o "etnico", tamburi bongo e stampe animali, riduce completamente un intero continente in pochi stereotipi arcaici e razzisti

- Moda Dazed

Tutto è iniziato con il controverso Valentino SS16 show ispirato all'"Africa selvaggia", con un cast di modelle in gran parte bianche che indossano collane di ossa e acconciature a treccia di mais. Nonostante la chiara qualità della sfilata di Valentino, ha indignato molti afroamericani.

Questa situazione è diversa per Givenchy: Quando si pensa ai fan dell'heavy metal, probabilmente non si immaginano i botswani, ma il paese ha una sottocultura di nicchia ma fiorente, dove i devoti della musica vestono le t-shirt delle loro band con pelli da biker, frange da selvaggio west e cappelli da cowboy. Riccardo Tisci con la sua AW16 dimostra che si può guardare all'Africa oltre i cliché di "tribale" e "primitivo".

Crediamo che questo sia più che mai auspicabile per la moda nel 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian