Costruire un buon Moodboard in 5 passi

Adoro creare moodboard. Ricordo anche il primo che ho creato, tutt'altro che perfetto, con Kate Moss in una posizione innaturale e una consistenza dei colori un po' imprecisa.

Come editore e consulente creativo, molto spesso creo dei moodboard: Mi piace avere davanti a me tutto ciò che favorisce il flusso dei pensieri. Penso che gli stimoli visivi siano una parte molto importante del processo mentale.

Come si costruisce un moodboard? È qualcosa di abbastanza intuitivo e immediato In realtà, una volta che si è imparato un metodo semplice.

  1. Comincio con scegliere un concetto, che in questa prima fase di elaborazione è sempre piuttosto vaga ed eterea, spesso basata su spunti non solo di moda. Non è così insolito che il concetto nasca intorno a innovazioni o eventi socio-economici che non hanno nulla a che fare con la moda, come l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti, che ha fortemente influenzato il lavoro di molti designer, tra cui Demna Gvasalia. Insomma, si traduce il cambiamento sociale del mondo in cui viviamo e si analizza l'impatto sulla moda e sulle tendenze.
  2. Dividere il concetto in due più piccoli tendenze, di solito per capire cosa potrebbe funzionare per il target che avete in mente, e per il mercato. Ogni tendenza dovrebbe essere in grado di stare in piedi da sola - dovrebbe essere molto distinta e dovrebbe essere in grado di riconoscere chiaramente nei moodboard.
  3. Disconnettersi è sempre utile. L'occhio ha una capacità molto più ampia rispetto allo schermo di un computer e fare una passeggiata è sempre utile per sbloccare le idee. La vastità di Internet è qualcosa da sfruttare sicuramente, ma quando si tratta di moodboard trovo che aiuti a fare un passo indietro e guardare anche al mondo offline.
  4. Per me è tutto una questione di ricerca. Non bisogna mai avere paura di immergersi in profondità in un argomento e perdersi: le migliori moodboard sono il risultato di una mente aperta. L'importante è non iniziare avendo già deciso il risultato finale. Sei in viaggio ma non dovresti già conoscere la destinazione. Adoro le riviste di fotografia e il mio tumblr preferito ha una lista chilometrica. Trova ispirazione nell'arte e nella moda. Alcuni dei nostri moodboard, per esempio, includono immagini di piastrelle portoghesi in riferimento all'effetto burnout e immagini del piumaggio di uccelli tropicali che portano a una tecnica di tintura che dà iridescenza alla seta.
  5. Come si fa a sapere quando è finito? Purtroppo non c'è una risposta valida a questa domanda. Quando è finito, si capisce. Fino a quel punto, sembra che manchi qualcosa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian